Che cos’è

Si tratta di un incentivo per la costituzione di nuove imprese che prevede un finanziamento a tasso zero con spese fino a 1,5 milioni di euro e può coprire fino al 75% delle spese ammissibili. Il rimanente 25% deve essere coperto in cofinanziamento con risorse proprie o mediante finanziamenti bancari.

Cosa finanzia

Le attività finanziabili sono:

  • Produzione di beni nei settori industria, artigianato e trasformazione dei prodotti agricoli
  • Fornitura di servizi alle imprese e alle persone
  • Commercio di beni e servizi
  • Turismo e filiera turistico-culturale
  • Innovazione sociale

Le spese ammissibili non possono essere superiori a 1,5 milioni di euro e sono relative a:

  • Terreni e opere murarie
  • Impianti e macchinari
  • Attrezzature
  • Brevetti, licenze e marchi
  • Servizi ICT
  • Formazione, consulenze
  • Software

Per ogni voce la percentuale ammessa al finanziamento varia a seconda del settore interessato.

Il finanziamento del 75% a tasso zero consiste in un rimborso agevolato che parte dal momento in cui vengono completati tutte le spese previste dal piano di investimenti che devono essere realizzati entro 24 mesi dalla firma del contratto.

Il finanziamento deve essere rimborsato entro massimo 8 anni con pagamento di 2 rate semestrali posticipate.

A chi è rivolto

Si tratta di un incentivo per i giovani  (tra i 18 e i 35 anni) e le donne che vogliono creare imprese (micro e piccole) sul territorio nazionale. Pertanto le società che vorranno essere ammesse al finanziamento dovranno essere:

  • Micro, cioè:
    • Con meno di 10 dipendenti e un fatturato uguale o inferiore a 2 milioni di euro.
  • Piccole, ossia:
    • Meno di 50 dipendenti e un fatturato uguale o inferiore a 10 milioni di euro.

Per quanto riguarda il requisito dell’età, relativo alla categoria giovani, bisogna avere tra i 18 e i 35 o al massimo non aver compiuto i 36 anni (quindi si possono anche superare i 35 anni di età). Per quanto riguarda, invece, la categoria donne, è sufficiente essere maggiorenni.

Le imprese devono essere costituite sotto forma di società da non più di 12 mesi, rispetto alla data di presentazione della domanda. Le forme previste sono: società di persone, società di capitali (comprese le unipersonali) e società cooperative (incluse le cooperative sociali) . Sono escluse le ditte individuali, le società semplici, le società di fatto.

Scadenza dei termini per la presentazione della domanda

In realtà non esiste una data di scadenza per la presentazione della domanda in quanto si tratta di una domanda a sportello, nel senso che le domande possono essere presentate fino a quando ci saranno fondi disponibili (fino a 150 milioni di euro che è la dotazione massima prevista). Le domande, inoltre, vengono valutate in base all’ordine cronologico di arrivo e non sono previste, pertanto, graduatorie.

Per saperne di più

Se vuoi conoscere altri aspetti importanti e sapere come essere certi di compilare nella maniera giusta la domanda, puoi chiedere una nostra consulenza. Ti assisteremo nella fase di compilazione della domanda e chiariremo ogni dubbio su requisiti di ammissione e modalità di presentazione.